Hot-News.it

il portale hot con notizie da tutto il mondo!

Scegli Lingua : Hot-News.it in italiano Hot-News.it in inglese Hot-News.it in spagnolo Hot-News.it in francese Hot-News.it in tedesco Hot-News.it in giapponese Hot-News.it in arabo
Login With Facebook
Martedi
Nov 19
Messaggio
Hot-News.it Arte&Cultura&Viaggi Letteratura Recensione 'Un mondo senza povertà' Muhammad Yunus
08
Gen
2009

Recensione 'Un mondo senza povertà' Muhammad Yunus




Un mondo senza povertà - Muhammad YunusIl premio Nobel per la pace Muhammad Yunus scrive ‘Un mondo senza povertà’ proponendo una nuova dimensione attraverso cui osservare il nostro tempo. Bengalese di nascita, si laurea in economia ed ha un’intuizione geniale: prestare denaro ai poveri, dare fiducia alle persone che non possono riceverne dalle comuni banche. ‘Il banchiere dei poveri’, così viene definito, e fa un po’ sorridere questa affermazione, abituati come siamo ad un mondo capitalistico che si impone in ogni aspetto della nostra vita e sul nostro modo di pensare.

Yunus persegue e realizza un’idea che in apparenza sembra impopolare: prestare ai poveri del denaro, senza interessi, con la semplice promessa della restituzione. Conosce la sua gente, la voglia di riscatto che si vive nei ‘piani bassi del Pianeta’ ed è disposto a fare la prova di tasca sua. La possibilità di riuscita del suo progetto risiede principalmente in un fattore culturale non determinato dalla ricchezza o meno. La sua Banca, la Grameed Bank (Banca del Villaggio), si è ingrandita in tutto il Paese, il suo progetto funziona ed ottimisticamente l’atipico banchiere afferma che ‘un giorno si andrà nei musei per vedere cosa sia stata la povertà’. Il meccanismo che sta alla base di tutto è molto semplice e si basa sulla fiducia e sul rispetto reciproco: vengono formati gruppi di  cinque persone (l’ordine interno del gruppo è deciso dai richiedenti stessi), il credito viene concesso al ‘numero uno’, non

appena questi lo restituirà sarà concesso il credito al ‘numero due’ e così via. Yunus parla di ‘solidarietà come responsabilità’: se uno dei cinque spezza la catena anche i progetti degli altri naufragheranno. Il credito della Grameed Bank è rosa: quasi la totalità dei crediti viene erogata a donne, poiché, queste vivendo all’interno della casa, vicine alle difficoltà di tutti i giorni hanno una idea più chiara dei bisogni del nucleo familiare. Non bisogna certo dimenticare che la maggior parte delle attività di sostentamento di una famiglia soprattutto quelle più umili sono svolte proprio dalla componente femminile. Dal 1976 anno in cui la prima Grameer Bank vide la luce sono stati erogati crediti per più di cinque miliardi di dollari, con una percentuale di restituzione altissima per un Paese, Bangladesh, in cui le Banche ‘normali’ si ritengono fortunate se arrivano al recpero del 10% di quanto dato.

Un risultato stupefacente, tanto che la Grameer Bank è diventata un punto di riferimento anche per la Banca Mondiale. Ad un banchiere che, sbigottito, gli chiedeva come avesse fatto a intuire il modo in cui raggiungere quei risultati Yunus ha semplicemente risposto che il povero ha più paura della legge rispetto all’uomo comune, che non restituisce perché in fondo sa dove trovare un cavillo e come manipolare la situazione. Il povero non cerca il credito per arricchirsi, ma per vivere dignitosamente e risollevarsi dalla povertà. È il caso di un gruppo di donne del villaggio di Jobra che costruivano artigianalmente sgabelli di bambù, ma erano costrette a vendere i manufatti a coloro che gli fornivano la materia prima, senza il minimo guadagno. Un circolo vizioso che trasformava delle lavoratrici in vittime facili e obbligate di chi voleva speculare, facendole vivere nella povertà e nell’indigenza nonostante il lavoro. Questo è solo uno dei casi, non un caso isolato, così offrire del denaro a persone come loro ha spezzato una catena ed ha trasformato un circolo vizioso in un circolo virtuoso.        

Un’idea che sembrava bizzarra ed azzardata si è rivelata essere uno studio oculato ed importante per tante Regioni del nostro mondo. Alla luce di ciò è possibile rispondere ‘si’ alla provocatoria domanda ‘si può sconfiggere la povertà?’, domanda ormai retorica che rimbalza da una parte all’altra del globo e alla quale di prima istanza si risponderebbe con un desolato ‘no’.

 
 

Novita'  Vuoi Commentare l'Articolo? Accedi al portale o se non hai il login Registrati


Ogni opinione espressa in questi commenti e' unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilita' civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato.L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Hot-News.it manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

Sconti e Offerte

Risparmi, Sconti, OfferteVuoi risparmiare sui tuoi acquisti? Offerte, Sconti, Codici Sconto, LastMinute e tanto altro ancora solo per te!


Ads

Le HOT News!

 

Vuoi Guadagnare e fare Affari!?

 Vuoi guadagnare e fare affari con internet?! Scopri come ogni giorno puoi, con soli 5 mi...

 

Dediche d'Amore

Dedica al tuo Lui o alla tua Lei parole d'amore...Hot-News.it pubblicherà la tua dedica ...

 

Dì la tua! Pubblica un tuo articolo!

Diventa reporter di Hot-News.it! E' facilissimo! 2 secondi e potrai veder i tuoi articoli ...

Chi è Online

Visitatori Online  504 visitatori online

Statistiche Visitatori

mod_vvisit_counterOggi4665
mod_vvisit_counterQuesto mese118005
mod_vvisit_counterTotale13488978


forum, portale, soundtrack, hotnews, hot news, notizie, videogiochi, ps3, xbox, shop, compra, prezzi, gossip, donna, rss, calcio, mondo, lavoro, musica, calciomercato, voti fantacalcio, probabili formazioni, uomini e donne, amici, maria de filippi