Hot-News.it

il portale hot con notizie da tutto il mondo!

Scegli Lingua : Hot-News.it in italiano Hot-News.it in inglese Hot-News.it in spagnolo Hot-News.it in francese Hot-News.it in tedesco Hot-News.it in giapponese Hot-News.it in arabo
Login With Facebook
Lunedi
Giu 14
Messaggio
Hot-News.it Cerca Lavoro News Prestiti alle imprese, rate congelate per un anno
04
Ago
2009

Prestiti alle imprese, rate congelate per un anno




Accordo con le banche. Tremonti: un po' di ossigeno. Marcegaglia: passo importante.

Imprese e BancheMILANO — Non fosse stato troppo complicato, dice, «mi sarei presentato con una bombola d'ossigeno». Giusto per rendere visivamente l'idea: era ossigeno quello che le imprese chiedevano alle banche, è ossigeno — almeno un po' — quello che il sistema delle piccole e medie aziende dovrebbe ottenere grazie all'accordo sulla cosiddetta «moratoria dei debiti» firmato ieri. Grande sponsor Giulio Tremonti, che ha premuto non poco per vincere le resistenze di parte del mondo del credito e che, anche adesso, avverte gli istituti: «Il governo modificherà il meccanismo fiscale sulle perdite» legate ai prestiti in sofferenza o inesigibili, «ma solo se l'intesa funzionerà». Per dirla con un'altra battuta, questa volta tagliente: «Vedere moratoria, dare sgravi fiscali. Non viceversa».

Alla destra del ministro dell'Economia, il presidente di Confindustria Emma Marcegaglia incassa soddisfatta (come le altre dodici associazioni imprenditoriali che hanno siglato quello che tecnicamente si chiama «avviso comune»). Alla sinistra, il numero uno dell'Abi Corrado Faissola rassicura: «Siamo perfettamente consapevoli che gli interventi sono doverosi». Lui, Tremonti, prende la penna per chiudere il lungo elenco di nomi sotto l'accordo e, se per forza di cose ha dovuto rinunciare a mostrarsi con «la bombola», rivolto alle telecamere comunque rimarca: «La firma l'abbiamo messa tutti. Non ci serve il notaio perché il notaio siete voi, l'opinione pubblica». Insomma: «Vigileremo». Come ripete anche Marcegaglia: «Adesso è molto importante che l'accordo si concretizzi, che questa moratoria ci sia davvero quando, a settembre, gli imprenditori si presenteranno agli sportelli bancari». Dove le aziende «sane», quelle che ovviamente sentono i colpi della crisi ma hanno solo bisogno di «respiro» sul fronte creditizio per superare una congiuntura mai così negativa, e mai per così tanto tempo, dovrebbero trovare una sorta di congelamento del debito. Continueranno a pagare gli interessi. Ma, se le banche di cui sono clienti aderiranno all'«avviso comune», otterranno la sospensione per un anno dei pagamenti delle rate dei mutui e della quota capitale relativa ai contratti di leasing immobiliare (sei mesi il termine per quello mobiliare), e l'allungamento a 270 giorni delle scadenze del credito a breve (in rapporto alle «anticipazioni su crediti certi ed esigibili»). Se, poi, ci fossero imprenditori in grado di sostenere ricapitalizzazioni delle proprie aziende, gli istituti si impegnano ad aprire nuovi finanziamenti per un multiplo (non ancora definito) della somma versata. Dietro i dettagli tecnici, l'obiettivo dell'accordo firmato nella sede milanese dell'Abi è chiaro.

La crisi è pesante, e non è finita: «Qualche piccolissimo segnale di miglioramento c'è — concede Marcegaglia — ma abbiamo davanti mesi ancora molto difficili». E sì, «ci sarà probabilmente» un ulteriore «impatto sull'occupazione» (solo per l'esaurimento dei termini di cassa integrazione, secondo la Uil, in autunno ci saranno almeno altri 50-60mila posti a rischio). Allentare la stretta creditizia — avere, appunto, «ossigeno» dalle banche — diventa dunque uno snodo cruciale. Soprattutto per le piccole e medie imprese: a differenza delle grandi, che a loro volta soffrono ma hanno «in proprio» una forza contrattuale molto maggiore, spesso si ritrovano di colpo senza la liquidità necessaria a traghettarle verso gli accenni di ripresa (quando arriveranno). Poiché però è questa la spina dorsale del nostro sistema produttivo, è qui che dovrà agire l'«avviso comune»: la moratoria è rivolta alle aziende fino a 250 dipendenti, che sono poi il 90% del totale, e Tremonti rende merito al presidente dei Piccoli di Confindustria, Giuseppe Morandini, della «civile insistenza» con la quale insieme a Marcegaglia ha lavorato «ai fianchi» pure del governo. La prova sul campo partirà da settembre. Per ora, però, ministro e parti interessate sottolineano che «questo è un avvio, siamo tutti qui e dunque è una buona giornata». Anche perché è passato solo un mese da quando, proprio all'assemblea dell'Abi, il ministro dell'Economia aveva lanciato il suo «invito» alle banche. Marcegaglia, che da tempo insisteva sul «rischio asfissia», da lì ha aumentato il pressing e ora può dire: «Ci eravamo dati l'obiettivo di chiudere prima delle vacanze, e lo abbiamo fatto. È un passo importante». O, come promette Faissola, «un anello che dovrà chiudere una catena di sostegno alle imprese».

 

 
 

Novita'  Vuoi Commentare l'Articolo? Accedi al portale o se non hai il login Registrati


Ogni opinione espressa in questi commenti e' unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilita' civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato.L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Hot-News.it manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

Sconti e Offerte

Risparmi, Sconti, OfferteVuoi risparmiare sui tuoi acquisti? Offerte, Sconti, Codici Sconto, LastMinute e tanto altro ancora solo per te!

Ads

Le HOT News!

 

Vuoi Guadagnare e fare Affari!?

 Vuoi guadagnare e fare affari con internet?! Scopri come ogni giorno puoi, con soli 5 mi...

 

Dediche d'Amore

Dedica al tuo Lui o alla tua Lei parole d'amore...Hot-News.it pubblicherà la tua dedica ...

 

Dì la tua! Pubblica un tuo articolo!

Diventa reporter di Hot-News.it! E' facilissimo! 2 secondi e potrai veder i tuoi articoli ...

Chi è Online

Visitatori Online  4558 visitatori online

Statistiche Visitatori

mod_vvisit_counterOggi4408
mod_vvisit_counterQuesto mese113005
mod_vvisit_counterTotale19871486


forum, portale, soundtrack, hotnews, hot news, notizie, videogiochi, ps3, xbox, shop, compra, prezzi, gossip, donna, rss, calcio, mondo, lavoro, musica, calciomercato, voti fantacalcio, probabili formazioni, uomini e donne, amici, maria de filippi