Hot-News.it

il portale hot con notizie da tutto il mondo!

Scegli Lingua : Hot-News.it in italiano Hot-News.it in inglese Hot-News.it in spagnolo Hot-News.it in francese Hot-News.it in tedesco Hot-News.it in giapponese Hot-News.it in arabo
Login With Facebook
Venerdi
Apr 26
Messaggio
Hot-News.it Ultime news News Nunziatella, dopo 221 anni cade l’ultimo tabù: 13 allieve alla scuola militare
08
Set
2009

Nunziatella, dopo 221 anni cade l’ultimo tabù: 13 allieve alla scuola militare




La prestigiosa accademia fu fondata da Ferdinando IV di Borbone: mai le donne ne hanno fatto parte.

NAPOLI - Impacciate, ma felici. E soprattutto desiderose di tuffarsi nell’avventura della vita. Hanno sognato questo gior­no, finalmente hanno in pugno il futuro.

Che non sarà in discoteca, ma nelle aule, nelle palestre e nelle camera­te di una severissima e prestigiosa Accade­mia militare fondata nel 1787 da Ferdinando IV di Borbone. Sono le tredici ragazze che ie­ri mattina hanno varcato lo storico portone della Nunziatella, finora vietatissima al gen­til sesso. Nessuna è napoletana, una è di Ca­soria, tre di Montesarchio, due di Beneven­to, due di Caserta, le altre di Pignataro Mag­giore, Minturno, Capaccio, Formia. Hanno tutte la fermissima volontà d’intraprendere la carriera militare e sono irresistibilmente attratte dal fascino della divisa.

Molte an­dranno fino in fondo e dopo la laurea sce­glieranno il Corpo nel quale raffermarsi; qualche altra forse lascerà prima, ma ricor­derà per sempre l’esperienza vissuta nella scuola di Pizzofalcone che ha avuto come al­lievo Vittorio Emanuele III e come docenti Basilio Puoti, Francesco De Sanctis e Raffael­lo Franchini. Sabrina, Greta, Roberta, Italia, Michela, Er­melinda, Francesca, Marta, Ludovica, Federi­ca, Irma e Rosaria hanno superato a pieni vo­ti le selezioni didattiche e sportive e sono pronte al gran cimento. La divisa della Nun­ziatella, elegante e ambitissima, non l’han­no ancora avuta, ma va bene così, per oggi è sufficiente l’emozione del primo giorno e l’omaggio del tenente Sara Scala, in forza al­l’Esercito, e del comandante della scuola, co­lonnello Filippo Troise. Che si sbilancia in affermazioni impegnative: «Nel rispetto del­la tradizione, le scuole militari si pongono all’avanguardia non solo nell’attività formati­va, ma anche nei processi evolutivi della so­cietà moderna». Le reclute studieranno in classi miste, ma per la pratica militare e le attività sportive saranno seguite da due caporali donne. Sia­mo all’avvio timido di una rivoluzione, in­somma, e i militari, storicamente contrari al­l’abbattimento del muro, preferiscono pro­cedere con cautela. Dopo decenni d’anticamera, lo sfondamento è avvenuto contemporaneamente a Napoli e a Milano, che è una «costola» della Nunziatella: 195 anni contro i due secoli e passa della scuola napoletana che sulla bandiera espone le 36 medaglie d’oro al valor militare guadagnate sul campo.

Nella lunghissima storia della scuola, le pagine più gloriose sono quelle scritte nel 1799: molti professori, ufficiali e allievi del­l’Accademia aderirono alla Repubblica e svolsero un ruolo attivo nella difesa dei valo­ri della democrazia e della patria. L’insubor­dinazione, naturalmente, non piacque a Fer­dinando, che chiuse la scuola «per le ripetu­te e manifeste prove di non corrispondenza alle benefiche mire del re». Una consacrazio­ne sul campo, insomma, per i patrioti. La scuola, intanto, riaprì solo nel 1806, all’arri­vo dei francesi. La presentazione delle matricole è una ceri­monia essenziale e toccante: prima sfilano le ragazze, poi i ragazzi. Sono presenti i familiari e qualche lacrimuccia ci scappa. L’interesse è tutto per le belle figliole che abbassano gli oc­chi e arrossiscono. Domani sarà già diverso, gli «anziani» si metteranno in caccia, ma, c'è da giurarlo, anche ieri mattina i ragazzi hanno sbirciato dalle finestre delle camerate. Da do­mani per le dieci matricole sarà dura perché si comincia a fare sul serio: sveglia alle 6,30 e su­bito dopo al lavoro, senza un attimo di sosta fino alle 22,30, quando suona il silenzio; il rit­mo è febbrile, l’impegno durissimo: dopo le lezioni nel pomeriggio si svolgono le attività sportive che sono impegnative come e forse più di quelle didattiche. Per arrivare a varcare la soglia della scuola militare,ultimo baluardo di una cultura ma­schilista, le donne hanno impiegato qua­rant’anni. Nei vari corpi delle forze armate so­no entrate all’alba del terzo millennio; nove an­ni dopo rappresentano il 5% dello schieramen­to e si sono già distinte anche nelle operazioni di sostegno alla pace in Iran e Afghanistan.

Prima d’ora, l’unico assalto alla Nunziatel­la venne portato da Rosanna Mele, figliola di un medico napoletano, che inoltrò do­manda per partecipare alle selezioni. Il no fu secco e senza replica, ma Rosanna, che di grinta ne aveva da vendere, non si dette per vinta, minacciò ricorso alla magistratura per­ché nel bando di concorso non era specifica­to che l’ammissione era riservata ai maschi. «I vertici dell’esercito», racconta Sandro Ca­stronuovo, autore di una fortunatissima sto­ria della scuola militare, «dovettero ricono­scere loro malgrado che la ragazza aveva ra­gione, le chiesero scusa, ma non cambiaro­no il no in sì. Una piccola vittoria, però, Ro­sanna l’ottenne: nel bando successivo, e fi­no al penultimo, è stato specificato che l’iscrizione era riservata ai maschi». Studenti illustri ce ne sono stati tanti, e del resto a Napoli l’appartenenza alla Nunzia­tella è uno status symbol. La città si è sem­pre divisa tra favorevoli e contrari. I primi sono stati sempre maggioranza: lo confer­ma Peppino Catenacci, che ha diretto l’Asso­ciazione degli ex allievi, e ci regala un’auten­tica chicca: il genialissimo architetto Vitto­rio Di Pace, 102 anni e ancora tanta voglia di vivere, ha istituito tre borse di studio desti­nate agli allievi che meglio commenteranno l’ingresso delle donne nella Nunziatella.

 
 

Novita'  Vuoi Commentare l'Articolo? Accedi al portale o se non hai il login Registrati


Ogni opinione espressa in questi commenti e' unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilita' civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato.L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Hot-News.it manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

Sconti e Offerte

Risparmi, Sconti, OfferteVuoi risparmiare sui tuoi acquisti? Offerte, Sconti, Codici Sconto, LastMinute e tanto altro ancora solo per te!

Ads

Le HOT News!

 

Vuoi Guadagnare e fare Affari!?

 Vuoi guadagnare e fare affari con internet?! Scopri come ogni giorno puoi, con soli 5 mi...

 

Dediche d'Amore

Dedica al tuo Lui o alla tua Lei parole d'amore...Hot-News.it pubblicherà la tua dedica ...

 

Dì la tua! Pubblica un tuo articolo!

Diventa reporter di Hot-News.it! E' facilissimo! 2 secondi e potrai veder i tuoi articoli ...

Chi è Online

Visitatori Online  501 visitatori online

Statistiche Visitatori

mod_vvisit_counterOggi1004
mod_vvisit_counterQuesto mese125005
mod_vvisit_counterTotale12036653


forum, portale, soundtrack, hotnews, hot news, notizie, videogiochi, ps3, xbox, shop, compra, prezzi, gossip, donna, rss, calcio, mondo, lavoro, musica, calciomercato, voti fantacalcio, probabili formazioni, uomini e donne, amici, maria de filippi