Hot-News.it

il portale hot con notizie da tutto il mondo!

Scegli Lingua : Hot-News.it in italiano Hot-News.it in inglese Hot-News.it in spagnolo Hot-News.it in francese Hot-News.it in tedesco Hot-News.it in giapponese Hot-News.it in arabo
Login With Facebook
Lunedi
Set 28
Messaggio
Hot-News.it Ultime news Politica Stephen Bantu Biko
02
Ott
2012

Stephen Bantu Biko




Stephen Bantu Biko ( 18 Dicembre 1946 - 12 Settembre 1977 ) è stato un'anti-apartheid attivista in Sud Africa dal 1960 al 1970.

Leader studentesco, in seguito ha fondato il Black Consciousness Movement, che serviva a responsabilizzare e a mobilitare gran parte della popolazione urbana nera. Dopo la sua morte è stato nominato come un martire del movimento anti-apartheid. Durante la sua vita, i suoi manoscritti hanno cercato di responsabilizzare i neri, era infatti famoso il suo slogan "nero è bello".
Nonostante l'attrito tra l'African National Congress e Biko, nel 1970 l'ANC ha incluso Biko tra gli eroi di lotta, arrivando addirittura a usare la sua immagine per manifesti per le elezioni per la prima volta non razziali in Sud Africa nel 1994.

Biko è nato nell'attuale provincia di Eastern Cape in Sud Africa. Ha studiato per essere medico presso l'Università di Natal Medical School. Biko era un Xosa e parlava fluentemente inglese e afrikaans.
Inizialmente fu coinvolto con l'Unione nazionale degli studenti multirazziale del Sud Africa, ma dopo si convinse che gli studenti neri, indiani e altri hanno bisogno di una organizzazione propria. Egli contribuì a fondare l'Organizzazione degli studenti sudafricani ( SASO ), il cui ordine del giorno prevedeva: politica, fiducia in se stessi e l'unificazione degli studenti universitari in una "coscienza nera". Nel 1968 Biko fu eletto come primo presidente. Biko è ​​stato anche coinvolto con il World Student Christian Federation.
Biko sposò Ntsiki Mashalaba nel 1970 ed ebbero avuto due figli: Nkosinathi e Samora. Inoltre ha avuto due figli con la dottoressa Mamphela Ramphele (un attivista di primo piano all'interno del BCM): Lerato nato nel 1974, che morì di polmonite quando aveva solo due mesi di vita, e un figlio, Hlumelo, nato nel 1978. Biko ha avuto anche una figlia con Lorena Tabane, chiamato Motlatsi, nato nel maggio 1977.
Nei primi anni nel 1970 Biko divenne una figura chiave nel momento Durban. Nel 1972 fu espulso dall'Università di Natal a causa delle sue attività politiche ed è diventato presidente onorario della Convenzione del Popolo nero. E 'stato bandito dal regime dell'apartheid nel febbraio 1973, il che significa che non gli era permesso di parlare a più di una persona alla volta, né di parlare in pubblico e non poteva scrivere pubblicamente o parlare con i media. Inoltre, fu vietato citare tutto ciò che diceva, sia discorsi che semplici conversazioni.
Quando Biko è ​​fu bandito, il suo movimento all'interno del paese è stata limitato a del Capo Orientale, dove è nato. Dopo il ritorno lì, ha formato un certo numero di organizzazioni basate sul concetto di fiducia in se stessi: Zanempilo, il Fondo Zimele Trust (che ha contribuito a sostegno ex prigionieri politici e le loro famiglie), Njwaxa pelle-Works Project e il Fondo per l'istruzione Ginsberg.
Nonostante la repressione del governo dell'apartheid, Biko e il BCM giocano un ruolo significativo per l'organizzazione delle proteste che hanno portato alla rivolta di Soweto del 16 giugno 1976. All'indomani della rivolta le autorità hanno cominciato a colpire ulteriormente Biko.
Il 18 agosto 1977, Biko fu arrestato ad un posto di blocco della polizia sotto il Terrorism Act N. 83 del 1967 ed interrogato da funzionari dei Port Elizabeth ( polizia di sicurezza ). Questo interrogatorio si è svolto nella Sala della polizia 619. L'interrogatorio è durato 22 ore ed ha incluso torture e percosse con conseguente coma. Ha subito un grave infortunio alla testa, mentre in custodia della polizia, ed era incatenato a un griglia della finestra.
L'11 settembre 1977, la polizia lo ha caricato nel retro di un Land Rover, nudo e in manette, e ha iniziato i 1100 km in auto per portarlo in un carcere con le strutture ospedaliere. Era quasi morto a causa delle ferite precedenti. E 'morto poco dopo l'arrivo nella prigione di Pretoria, il 12 settembre. La polizia ha sostenuto che la sua morte è stato il risultato di un lungo sciopero della fame, ma l'autopsia ha rivelato contusioni multiple e abrasioni. E' deceduto per una emorragia cerebrale a causa delle enormi ferite alla testa. Poi Donald Woods, un redattore giornalista e amico intimo di Biko, insieme a Helen Zille, leader del partito politico Alleanza Democratica, ha esposto la verità dietro la morte di Biko.
Per la sua alta popolarità, la notizia della morte di Biko si diffuse rapidamente, aprendo gli occhi in giro per il mondo per la brutalità del regime di apartheid. Al suo funerale hanno partecipato oltre 10.000 persone, tra cui numerosi ambasciatori e diplomatici provenienti dagli Stati Uniti e l'Europa occidentale. Il liberale bianco sudafricano giornalista Donald Woods, ha fotografato e mostrato le immagini delle ferite riportate in obitorio. Woods è stato poi costretto a fuggire. Donald Woods dopo una campagna contro l'apartheid e ulteriormente pubblicizzato Biko la vita e la morte, scrisse articoli su molti giornali riguardo Biko. Testi scritti che divennero libri e poi film.
L'anno seguente, il 2 febbraio 1978, il Procuratore Generale del Capo Orientale ha dichiarato che non avrebbe perseguito gli agenti di polizia coinvolti nel l'arresto e la detenzione di Biko. E durante il processo, si è affermato che le ferite riportate alla testa di Biko erano il risultato di un atto di autolesionismo, tentativo di suicidio e non di eventuali percosse. Il giudice ha infine stabilito che: un'accusa di omicidio non può essere sostenuta perché non c'erano testimoni dell'uccisione. Le accuse di omicidio colposo e di aggressione sono stati considerati, ma l'uccisione è avvenuta nel 1977 e il termine per il procedimento penale era scaduto.
La Commissione per la verità e la riconciliazione, che è stato creato dopo la fine del governo della minoranza e del sistema di apartheid, ha riferito nel 1997 che cinque ex membri delle forze di sicurezza sudafricano avevano ammesso di aver ucciso Biko. Ma la loro domanda è stata respinta.


Come Frantz Fanon, Biko originariamente ha studiato medicina, e, come Fanon, Biko sviluppato un interesse intenso per lo sviluppo della coscienza nera come soluzione alle lotte esistenziali che caratterizzano l'esistenza, sia come un essere umano e come africano. Biko può quindi essere visto come un seguace di Fanon e Aimé Césaire.
Biko ha visto che nella lotta, per ripristinare la coscienza africana, ci devono essere due stadi: "liberazione psicologica", e la "liberazione fisica".

Nel presente post-apartheid in Sud Africa, Biko è ​​ora venerato in tutto lo spettro politico, nonostante le evidenti differenze ideologiche. Tuttavia, molti movimenti sociali attuali, attivisti e accademici continuano a sottolineare l'importanza della coscienza nera di Biko.

Biko è ​​sepolto a King William, Provincia del Capo Orientale nel cimitero della città vicino ai binari della ferrovia.
Oltre al libro di Donald Woods, il nome di Biko è stato premiato in diverse Università. A livello internazionale, l'Università di Manchester, il Palazzo Steve Biko, nel campus di Oxford strada, son chiamati in suo onore. Il bar presso l'Università di Bradford è stato chiamato Biko fino alla sua chiusura nel 2005. Numerose altre sedi in sindacati degli studenti di tutto il Regno Unito ha il suo nome. Il Santa Barbara Student Housing Cooperative ha una casa che prende il nome di Steve Biko, a tema per offrire una casetta di sicurezza, lo spazio di rispetto per la gente di colore. Una strada a Hounslow, West London, si chiama "Steve Biko Way". Presso l'Università della California, Santa Cruz, vi è una sezione dei dormitori denominato "Biko House". L' Istituto Steve Biko è stato fondato nel Salvador, in Brasile per sostenere la formazione e l'orgoglio dei brasiliani neri. L'Ospedale accademico di Pretoria è stato ribattezzato la Steve Biko Academic Hospital nel 2008. Un busto in bronzo di Steve Biko è ​​stato inaugurato in piazza della Libertà in questo campus come un omaggio a lui. E ancora, Peter Gabriel e il gruppo hip hop A Tribe Called Quest prendono il nome di una canzone dopo di lui in suo onore.

 
 

Novita'  Vuoi Commentare l'Articolo? Accedi al portale o se non hai il login Registrati


Ogni opinione espressa in questi commenti e' unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilita' civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato.L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Hot-News.it manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

Sconti e Offerte

Risparmi, Sconti, OfferteVuoi risparmiare sui tuoi acquisti? Offerte, Sconti, Codici Sconto, LastMinute e tanto altro ancora solo per te!

Ads

Le HOT News!

 

Vuoi Guadagnare e fare Affari!?

 Vuoi guadagnare e fare affari con internet?! Scopri come ogni giorno puoi, con soli 5 mi...

 

Dediche d'Amore

Dedica al tuo Lui o alla tua Lei parole d'amore...Hot-News.it pubblicherà la tua dedica ...

 

Dì la tua! Pubblica un tuo articolo!

Diventa reporter di Hot-News.it! E' facilissimo! 2 secondi e potrai veder i tuoi articoli ...

Chi è Online

Visitatori Online  1436 visitatori online

Statistiche Visitatori

mod_vvisit_counterOggi9462
mod_vvisit_counterQuesto mese127006
mod_vvisit_counterTotale16717451


forum, portale, soundtrack, hotnews, hot news, notizie, videogiochi, ps3, xbox, shop, compra, prezzi, gossip, donna, rss, calcio, mondo, lavoro, musica, calciomercato, voti fantacalcio, probabili formazioni, uomini e donne, amici, maria de filippi