Hot-News.it

il portale hot con notizie da tutto il mondo!

Scegli Lingua : Hot-News.it in italiano Hot-News.it in inglese Hot-News.it in spagnolo Hot-News.it in francese Hot-News.it in tedesco Hot-News.it in giapponese Hot-News.it in arabo
Login With Facebook
Martedi
Gen 21
Messaggio
Hot-News.it Ultime news Politica L'economia della Guinea equatoriale è l'economia con la più rapida crescita in Africa
19
Dic
2012

L'economia della Guinea equatoriale è l'economia con la più rapida crescita in Africa




Meglio essere il Golfo di Guinea che Il Golfo Persico.

L'Africa accoglie russi ma ache cinesi, americani, israeliani o arabi. La posta in gioco è alta, ma vale la pena di provare.

Tornare nel Golfo di Guinea è sempre pieno di sorprese soprattutto se dopo un paio di mesi di assenza. Si scopre infatti che non solo le città d'entroterra, ma anche le città che affacciano sull'oceano sono cambiate. Questo reportage sulla Guinea Equatoriale continua è un continuo della storia 'Mysterious Country', storia pubblicata dalla rivista Odnako un anno fa. L'autore ha raccontato come è stato impressionato dalla crescita boom del paese e dall'alta qualità delle nuove strade che attraversano la giungla. Guinea

Oggi i lavori pubblici e la costruzione di vengono visti come aspetti scontati di una realtà. In un anno nel paese si son contruiti: un nuovo aeroporto a Malabo, una pista sull'isola Corisko, nuovi porti e cantieri navali e alberghi. Ecco quanto è successo e si può raccontare. La Guinea equatoriale sta crescendo grazie ai petrodollari.
Ciò che è importante è che il Paese Guinea Equatoriale - sotto una dittatura, secondo i media globali - non si è emarginata dal mondo esterno per coltivare la sua ricchezza ritrovata, ma, al contrario, da il benvenuto a tutti i paesi del Mondo dicendo: - I sole della Guinea splende per tutti.
Per cogliere il mistero di questo paese dovrete rinunciare agli stereotipi radicati supponendo che il mondo non è solo bianco e nero. Anche qui, in Africa.
    
Dittatore riformista
In realtà, nessun paese africano è una democrazia tradizionale (vale a dire, dal punto di vista europeo o americano). La maggior parte dei presidenti africani vincono regolarmente le elezioni fino alla tarda età in tutti i paesi, ma solo pochissimi di loro sono stati etichettati dalla stampa occidentale come dittatori - a seconda della situazione politica mondiale in un determinato momento.
 
Il presidente della Guinea equatoriale Teodoro Obiang Nguema Mbasogo rientra nella categoria dei leader africani malvagi ed è definito dai media occidentali e dall'estrema destra, come il più vile dittatore di tutti i tempi.

In realtà, solo pochi che si lamentano delle sofferenze del popolo della Guinea, del sovraffollamento delle carceri e gli oltraggi dei militari sono mai stati in questo paese. Personalmente, ci sono stato diverse volte e mai ho visto né accatastati i cadaveri torturati degli oppositori del regime né folla di affamati che chiede aiuto.

Il presidente Obiang è al potere dal 1979, ed è formalmente il più antico dei governanti o dittatori, come dir si voglia, di oggi. Egli infatti è salito al potere con un colpo di Stato durante il governo di suo zio Francisco Macías Nguema. Sotto il dominio Macias 'che è stato soprannominato "papà" da parte del popolo della Guinea, il paese infatti era in lotta, e in tutta la Guinea c'erano cadaveri per le strade e tante persone che morivano di fame. La popolazione del paese in tal periodo è diminuita quasi di un quarto del totale. Alcuni riuscirono a fuggire dal paese mentre altri invece decisero di rimanervi.
Quindi, è abbastanza facile da capire perché la gente della Guinea appoggiò il colpo di stato militare del 3 agosto 1979 "una rivoluzione di liberazione". Dopo l'adozione della Costituzione preparata dagli esperti delle Nazioni Unite, nel 1982, il paese ha avuto la sua prima elezione presidenziale e per la prima volta fu eletto come suo presidente Obiang. Da quando sono state effettuate queste elezioni ogni 7 anni il Presidente ha sempre vinto con una maggioranza schiacciante, circa il 97%, di voti, cosa che i sostenitori dei diritti umani trovano spaventoso.
Tuttavia, credo che, anche se il popolo della Guinea non fosse fedele a Obiang, quest'ultimo avrebbe vinto al ballottaggio senza brogli. La vittoria sarebbe stata meno schiacciante ma pur sempre una vittoria.

"La Guinea equatoriale non ha alcuna base sociale per le riforme politiche. Le persone non sono abbastanza deluse dalla situazione del paese", dice il leader dell'organizzazione per i diritti umani della Guinea Tutu Alicante.
Molti africani credono che il loro potere è sacro. Questo è il motivo per il quale non decidono di cambiare i loro regimi politici. Il potere infatti per molti africani è dato al sovrano da Dio per un periodo indefinito di tempo e per il suo bene, per il bene della sua famiglia, gli amici e il suo popolo. Che cosa possono far le elezioni con queste premesse?
Ho incontrato il presidente Obiang. Non ha l'aspetto di un uomo che crede di avere una linea diretta con l'Onnipotente. Piuttosto è una specie persona timorata da dio che non vuol ricondurre il suo potere a ciò che è sacro.
Egli continua a ripetere che la Guinea sta imparando la democrazia. "Voglio il concetto occidentale di oggi della democrazia. Dobbiamo imparare ancora come paese. Tuttavia, abbiamo proprie tradizioni democratiche qui in Africa. Ogni villaggio ha una sorta di "villaggio Parlamento" - Abaka, o casa di parole - dove si discute ogni decisione da prendere per il villaggio stesso. I diritti collettivi prevalgono sui diritti della persona nella nostra tradizione, ma una vera democrazia comporta il rispetto per l'opinione di ogni singola persona, non importa se questa persona è d'accordo con la comunità o no. Stiamo andando in questa direzione e credo che non ci sono alternative in merito", dice.
Obiang ha portato al potere tutti i suoi parenti che controllano la vita politica ed economica del paese. Ma in un paese con una popolazione di 500.000 persone e con tradizioni poligami dove un uomo può permettersi di avere 10-12 mogli (non è il limite massimo) la percentuale di parentela nel paese aumenta a dismisura.

Molti politici facente parte dal movimento di opposizione sono parenti del Presidente Obiang e cercano di far cadere il suo governo. Uno dei testimoni chiave durante le udienze contro il figlio maggiore di Obiang, Theodorin, iniziate dai sostenitori dei diritti umani degli Stati Uniti e francesi è stato il cognato del presidente. Questi aveva l'abitudine di vendere legname con Theodorin (che a quel tempo era il ministro per la foresta) che ora risiede all'estero e accusa il suo parente di pagare a lui molte tangenti.
Un altro argomento interessante sono le prigioni della Guinea Equatoriale. Esse sono infatti sovraffollate, ma non con chi va contro al regime. Durante il mio ultimo soggiorno nel paese ci fu una grande fuga dal famigerato carcere di Black Beach a Malabo. I detenuti semplicemente scapparono.
La maggior parte di loro erano i militari che terrorizzavano i cittadini pacifici. Obiang  diede una punizione molto severa ai militari che commisero crimini contro il popolo della Guinea. Sono loro che ottengono la maggior parte delle condanne a morte nel paese, e non per i tentativi di organizzare un colpo di Stato, ma per gli omicidi, furti e aggressioni.
Spetta alle persone della Guinea decidere se il presidente Obiang è buono o meno per il paese. Alcuni non amano i suoi modi di agire, altri sono orgogliosi di indossare abiti con le stampe dei suoi ritratti. Tuttavia, nessuno può dubitare che Obiang cerca veramente di cambiare non solo il suo paese, ma anche i suoi cittadini.
Il secondo compito è molto più difficile da realizzare poichè la popolazione locale ha abitudini e tradizioni particolari che descriveremo di seguito.

Nei suoi discorsi Obiang sottolinea che la Guinea Equatoriale non deve continuare ad esser un paese povero che ha come unica fonte, limitata, il petrolio. Il paese deve sviluppare l'industria del turismo, l'agricoltura e il lavoro e porre fine alla sua dipendenza dai cambiamenti dei mercati delle materie prime e dalle esportazioni estere di tutti i prodotti di export. Ciò significa che la gente dovrebbe dedicarsi allo studio e non solo dedicarsi al lavoro presso le aziende e gruppi di lavoro, bisogna far crescere oltre alla forza lavoro anche i capi. E 'giunto il momento di cambiare la mentalità.

Dolore Post-spagnolo
Guinea Equatoriale è stata la più colpita in Africa durante la dominazione coloniale. Il paese più povero del continente era una colonia della Spagna non di certo una potenza mondiale. A differenza degli inglesi e francesi, la Spagna non ha investito un centesimo in infrastrutture nel paese ma limita la propria attività alla produzione e vendita di cacao e chicchi di caffè.
Con l'indipendenza la Guinea Equatoriale si è ritrovata essere un paese senza futuro. La popolazione era affamata, per lo più nei paesi limitrofi, e accetava di fare qualsiasi lavoro pur di non morir di fame. Si dice che in Gabon alcuni giullari stabilirono una sorta di divertimento ossia la giornata in cui si malmenava un cittadino della Guinea, ossia quando la gente poteva seviziare e far violenza sui loro servi della Guinea. Oggi, i cittadini della Guinea hanno riguadagnato la propria dignità soprattutto perchè il paese produce 500.000 barili di petrolio al giorno.
Tuttavia, la peggiore eredità del dominio coloniale non era la povertà, ma la deformazione mentale.
"A volte penso che ci siam presi in prestito dagli spagnoli le peggiori abitudini e mentalità", dice un famoso medico della Guinea e membro della Guinea equatoriale, tale Hustino Obama. Da bambino, andava a scuola spagnola, durante il governo di Franco. "Sono passati tanti anni da quando sono andato in Spagna per chiedere loro un aiuto per la salute dei cittadini della Guinea e mi hanno detto - Sai, abbiamo deciso che sia meglio concentrarsi sui paesi dell'America Latina che sono più vicini alla nostra mentalità e cultura. "Gli spagnoli preferiscono dimenticare la nostra esistenza?
Oltre al loro amore per Franco, si diffonde il cattolicesimo e volevano inoltre che la popolazione locale diventi dei buoni cattolici e che si astengano dalle credenze localie e di altre religioni cristiane. Come in gli stati fascisti tutti i bambini sono stati uniti in organizzazioni speciali con l'intento di osservare i propri genitori e di informare le autorità nel caso avessero fatto azioni proibite tra le quattro mura domestiche.
Questo "tradimento familiare" reciproco continuò per un bel po e danneggiò molte le famiglie della Guinea.
Cambiare mentalità è più difficile rispetto a costruire nuove strade e città, e l'afflusso dei petrodollari aggravano ancor di più la situazione. Forse, questa è la famosa "maledizione delle risorse". Sotto il dominio spagnolo c'era la produzione del caffè della Guinea Equatoriale ,olio coltivata e cacao, ma oggi tutte le piantagioni sono scomparse. La popolazione rurale è costituito solo da vecchi e bambini mentre tutti i giovani sono andati nelle grandi città in cerca del guadagno facile anche se l'impiego di questi ultimi non è possibile censirlo perchè la maggior parte di loro non hanno una qualifica professionale e quindi non tutti possono essere degli imprenditori.
La manodopera non qualificata, anche in città è degli stranieri - persone provenienti da Camerun, Ghana, Burkina Faso e altri.
Esistono nel paese i ricchi che lo sono per il petrolio e altri emarginati.
La Guinea equatoriale di oggi è come un adolescente che è fisicamente è maturo e in forma, ma pensa ancora come un adolescente. Alcuni lo chiamano la "Cenerentola Africana" - fino a poco tempo fa era il paese più povero della regione e ora è quasi un gioiello del continente.

Warning: No images in given directory. Please check the directoy!

Il Petrolio
Un anno fa abbiamo già scritto in merito all'economia della Guinea equatoriale e delle prospettive dallo sviluppo del petrolio e del gas.
Nel 2009 le riserve accertate di petrolio sulla piattaforma oceanica della Guinea equatoriale era pari a 1,1 miliardi barili. Si dice che il Golfo della Guinea rappresenta il 10% delle riserve mondiali di petrolio.
Per informazioni: il territorio del paese è circa 28 mila chilometri quadrati. Tuttavia, le sue acque (la repubblica ha una parte continentale e cinque isole divise per un territorio piuttosto grande) copre 350 mila chilometri quadrati che non è altro che il territorio del Golfo della Guinea.
L'olio locale e le riserve di gas sono di importanza strategica non solo a causa delle loro dimensioni. A differenza della sempre più esplosiva regione del Golfo Persico, il regime di questo paese è stabile e ci sono le rotte marittime che collegano direttamente ai più grandi consumatori: Stati Uniti e l'Europa occidentale.
Quando il mondo ha saputo del petrolio presente in Guinea, Obiang ha preso l'unica decisione saggia - ha invitato tutti coloro che volevano investire nel paese. I suoi calcoli sono corretti - le multinazionali che sono venute qui non solo son diventate partner economici della Guinea equatoriale, ma hanno dato garanzie di stabilità.
Oggi, secondo il rapporto dell'Economist, l'economia dell'Africa occidentale hanno la crescita più rapida del continente. La Guinea Equatoriale in cima alla lista con il 14,4% di crescita registrato l'anno scorso. Per confrontare tale percentuale - il tasso di crescita economica del Gabon è del 10,9%, dell'Angola - 5,1% e Namibia - 6,1%.
10 anni fa la stessa rivista ha definito l'Africa come "continente perduto", ma se sarà in crescita costante per 8 anni di fila supererà i paesi dell'Asia orientale.
"Nel corso del 2008 la crescita della crisi economica africana persisteva. L'Africa ora è molto stabile ", dice Mtuli Nkuve, capo economista della Banca africana di sviluppo.
E'difficile essere stabili su un mercato basato su di un solo aspetto economicoo, con tal proposito i leader della Guinea equatoriale cercano di diversificare l'economia africana. Sono saliti al potere con un programma ufficiale di rapido sviluppo del paese entro il 2025. Se il programma avrà successo, la Guinea equatoriale avrà tutto il diritto di ottenere il titolo di "Cenerentola africana".
La ricchezza del Golfo di Guinea tenta troppi. Uno dei primi colpi di stato ci fu nei primi anni 1970 ed è stato tentato dal famoso detective inglese scrittore Frederick Forsyth che in seguito ha raccontato la storia nel suo romanzo "I mastini della guerra". Più tardi ad Hollywood è stata prodotta la versione cinematografica del romanzo di Christopher Walken.
La realtà è più banale. Forsyth squadra non ha nemmeno fatto in Guinea Equatoriale, essere arrestato nell'isola di Lanzarote in Spagna nel gennaio 1973.
 
Il nostro paese è piccolo, ma è tutto nostro
"Tra i paesi africani pochi sanno quello che vogliono fare per rispettare i loro obiettivi", dice il direttore generale del gabinetto militare presidenziale Luciano Esono Biteke. "Siamo in grado di farlo. I nostri principali rischi riguardano la pirateria nel Golfo di Guinea e la migrazione illegale. Siamo anche consapevoli dei gruppi mercenari finanziati dall'estero per l'avvio di atti sovversivi contro il nostro paese. Abbiamo i mezzi e le forze per contrastare la possibile aggressione, ma devo ammettere che il controllo delle acque territoriali che superano il territorio del paese di dieci volte non è semplice".
"Purtroppo, nei primi anni dopo il crollo dell'URSS le relazioni tra la Russia e i paesi africani si sono ridotti quasi a zero", dice Vladimir Yevdokimov, console d'onore della Russia in Guinea Equatoriale. "E'peccato, perché abbiamo sempre avuto forti legami con l'Africa - fino ad ora vi si possono trovare molti laureati dalle università sovietiche, e la maggior parte di queste persone hanno alte cariche nei loro paesi"
"Il nostro ritorno in Africa non sarebbe stato facile e non solo perché i nostri concorrenti hanno già preso la maggior parte delle nicchie. L'Africa accoglie i russi ma altrettanto accoglie cinesi, americani o arabi israeliani. La posta in gioco è alta, ma vale la pena di provare"
Il consolato onorario a Malabo ha aperto solo un anno fa, e fino a quel momento gli interessi della Russia sono stati rappresentati dall'Ambasciata russa in Camerun.
Non ci sono molti russi in Guinea equatoriale, e la maggior parte di loro sono membri di famiglie locali. Tuttavia, è possibile vedere i cittadini ci molte delle ex repubbliche sovietiche, e la lingua russa è utilizzata nei porti, cantieri e banchine. Qual è la lingua comune più probabile per le persone provenienti dall' Ucraina, Estonia e Lituania?
Vitas è un capo ingegnere presso un cantiere navale di proprietà di una società di Stato della Guinea. Lavorava in un cantiere navale a Klaipeda. "Non ci sono più cantieri. C'è stata la privatizzazione e hanno venduto tutto. In realtà, l'intera industria cantieristica europea è quasi morta. La Germania sta ancora cercando di tenerla a galla, ma non ci vorrà molto per il declino definitivo. Questa è ora l'ora degli affari cinesi che costruiscono buoni affari economici"
Non vorrei mai tornare in Libano, dice Ajidan, che possiede un ristorante a Bate. La sera il suo ristorante è pieno di clienti della Guinea, di donne arabe e i loro figli, di europei con le ragazze locali. Ajidan è venuto in Africa 20 anni fa e vive in Guinea Equatoriale da 17 anni. Ha avuto due figli dalla moglie paraguayana e non ha rimpianti sulla sua vita tumultuosa ex Beirut.
Ha detto che è molto felice qui, non ha problemi con le autorità locali e paga solo il 13% di tasse sul reddito o il 15% se vende alcool.
"Quando ho lasciato Tel Aviv un anno fa, non ho mai pensato che l'Africa sarebbe stata così", afferma il CEO di La Paz centro medico a Malabo Mikhail Averbukh. Un altro centro di La Paz è stato inaugurato nel Bate e altri due sono in costruzione. "Questo paese cambia davanti ai tuoi occhi, non avrei mai pensato che questo sia possibile!"
Secondo Mikhail, il suo compito più difficile è quello di cambiare la mentalità della gente per la loro salute. La dipendenza totale da Dio non è positiva, ma la gente ancora si può aiutare.
"In tutta la Guinea Equatoriale si guida come matti, altrimenti non si ha niente di cui lamentarsi", scherza il venditore John. Egli è delle Filippine, è sposato con una signora cinese che possiede negozi e bar. I guineani non sono pratici con l'agricoltura, e i cinesi hanno subito preso questo mercato.
"Quanto pagate per una foto del mio giardino?" - Mi ha chiesto.

Versione integrale in Inglese

 

 
 

Novita'  Vuoi Commentare l'Articolo? Accedi al portale o se non hai il login Registrati


Ogni opinione espressa in questi commenti e' unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilita' civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato.L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Hot-News.it manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

Sconti e Offerte

Risparmi, Sconti, OfferteVuoi risparmiare sui tuoi acquisti? Offerte, Sconti, Codici Sconto, LastMinute e tanto altro ancora solo per te!

Ads

Le HOT News!

 

Vuoi Guadagnare e fare Affari!?

 Vuoi guadagnare e fare affari con internet?! Scopri come ogni giorno puoi, con soli 5 mi...

 

Dediche d'Amore

Dedica al tuo Lui o alla tua Lei parole d'amore...Hot-News.it pubblicherà la tua dedica ...

 

Dì la tua! Pubblica un tuo articolo!

Diventa reporter di Hot-News.it! E' facilissimo! 2 secondi e potrai veder i tuoi articoli ...

Chi è Online

Visitatori Online  254 visitatori online

Statistiche Visitatori

mod_vvisit_counterOggi1324
mod_vvisit_counterQuesto mese120005
mod_vvisit_counterTotale13999804


forum, portale, soundtrack, hotnews, hot news, notizie, videogiochi, ps3, xbox, shop, compra, prezzi, gossip, donna, rss, calcio, mondo, lavoro, musica, calciomercato, voti fantacalcio, probabili formazioni, uomini e donne, amici, maria de filippi